Side Area Logo
NEW IN STORES
I think the idea of mixing luxury and mass-market fashion is very modern, very now - no one wears.
FOLLOW US:
Newsletter Pop-up
Cerca
  • Il tuo carrello è vuoto.
TORNA IN ALTO
Crema viso quale scegliere

Una delle domande che mi fanno praticamente almeno 20 volte al giorno è:

Quale crema viso devo scegliere in base al mio tipo di pelle?”

Una questione delicata che richiede un’attenta valutazione e una grande esperienza.
Prima di tutto bisogna imparare ad osservarsi attentamente, per identificare il proprio tipo di pelle (secca, molto secca, disidratata, grassa, mista o normale…).

Un piccolo trucco che già può aiutarci nell’individuare la tipologia di nostra pelle è questo:
Al mattino appena sveglie, basta poggiarsi una velina sulla fronte e controllare se troviamo o meno tracce di sebo sul fazzolettino. Se rileviamo tracce di sebo più o meno abbondanti possiamo classificare la nostra pelle come mista/grassa; se invece non c’è nulla allora possiamo classificarci come pelle normale; qualora invece sul fazzolettino non troviamo nessun residuo e la pelle tira o è arrossata parleremo di pelle secca, molto secca o sensibile/irritabile.

Ora che siamo riuscite ad identificare il nostro tipo di pelle, siamo già a buon punto, ma prima dobbiamo fare una piccola premessa.

A cosa servono le creme viso?

Le creme viso (tutte) hanno la funzione principale di mantenere buono il livello di idratazione cutaneo. È proprio questo infatti il segreto per mantenere la nostra pelle elastica, tonica e morbida.

L’idratazione, super snobbata dalle pelli miste per timore di lucidare, è il fattore più importante da ricercare all’interno di qualsiasi trattamento. L’unico che ci aiuti a prevenire anche la formazione delle tanto odiate rughe e/o segni di espressione.

Ricapitolando dunque, tutte le creme svolgono principalmente 3 azioni: umettante, filmogena, emolliente.

  • Umettante: gli ingredienti hanno il compito di portare idratazione negli strati più profondi dell’epidermide, poi, bisogna fare in modo che questa idratazione non evapori. Gli umettanti più comuni appartengono a diverse categorie chimiche, ma principalmente possiamo riassumerli in polialcoli, sorbitolo e glicerina.
  • Filmogena: sono ingredienti che creano un film protettivo sulla nostra pelle. Appartengono a questa categoria, i tanto blasonati e famigerati siliconi. Ma se vi state chiedendo se è vero che i siliconi su lungo periodo occludano i pori e favoriscano l’insorgenza dei punti neri, vi sbagliate proprio. I siliconi possono essere utilizzati proprio come agenti idratanti. Ma devono essere utilizzati attentamente e non a caso, proprio perchè assolvono la funzione di “filmare” ovvero, proteggere la pelle e favorire il mantenimento degli attivi idratanti. (Ci tengo a sottolineare che non esiste nessuno studio medico, cosmetico o scientifico in cui si dimostri che i siliconi siano la causa di punti neri e il demone della nostra pelle, ma, avremo modo di approfondire questo aspetto in un altro articolo).
  • Emolliente: fanno capo a questa categoria tutti quegli ingredienti che rendono la nostra pelle morbida al tatto e all’apparenza, setosa e vellutata, levigando il nostro viso meravigliosamente. Appartengono a questa categoria siliconi, ceramidi, acido linoleico, oli vegetali ecc.

Tutte le creme viso che troviamo in commercio, solitamente, contengono le tre proprietà di cui abbiamo parlato (umettante, filmogena, emolliente). Queste, vengono formulate dando più o meno risalto ad un’azione a seconda del tipo di pelle a cui è destinata.
Facciano un esempio. Io che ho una pelle mista/grassa, è ovvio che prediligerò una crema non corposa dunque non emolliente, con una texture leggera e a rapido assorbimento. Se invece avessi avuto una pelle secca o molto secca, ecco che un’azione più emolliente sarebbe stata proprio la coccola di cui avrei avuto bisogno.

Ora che, abbiamo capito come individuare il nostro tipo di pelle, quali sono le azione/proprietà da ricercare all’interno di una formulazione, dobbiamo tenere conto di un altro aspetto, ultimo non per importanza, prima di scegliere la nostra crema ideale.

Questo perchè, a seconda del:

  • clima in cui viviamo (caldo, freddo, umido?)
  • stile di vita/lavoro (viaggiamo spesso in aereo, ambiente climatizzato?)
  • alimentazione (cibi grassi?)…

le cose cambiano di nuovo…

In realtà, non esiste una sola crema viso che possa svolgere tutte le azioni e/o le magie che cerchiamo in un prodotto. Infatti, come dico spesso ai miei clienti, ci sono tipi di pelle che possono lavorare anche con uno/due prodotti, ma ci sono tipi di pelle che invece necessitano di quattro/cinque tipologie di prodotti diversi.

È difficile riuscire a compensare tutte queste variabili in un unico prodotto.
Un piccolo suggerimento che mi sento di condividere con voi, è quello di imparare a tenere nel vostro beauty almeno due se non tre consistenze di creme diverse. Questo ci permetterà di adattare giorno per giorno la nostra beauty routine a seconda di come sentiamo e vediamo la nostra pelle.

Facciamo un esempio:

Una pelle mista che viaggia spesso in aereo per lavoro, la sera, può sentire la sua pelle più secca e tirare, preferendo così rispetto al mattino una texture più corposa e ricca che le dia sollievo immediato e apporti nuovamente una forte idratazione cutanea. Ma ecco che se per un motivo non viaggiamo per 2 mesi la nostra esigenza può cambiare.

In sintesi possiamo concludere dicendo che non si possono prendere i prodotti a caso, tanto per sentito dire. È bene sempre fare una valutazione su se stessi e rivolgersi ad un professionista che può aiutarci nella scelta, identificando così ciò che può essere più giusto per la nostra pelle.

©Manuela Giorgetti – LOTUM BOUTIQUE

Nessun commento

Condividi con noi la tua opinione